Le Guide Walktravel

Itinerari a Dublino

Ci sono tante cose da esplorare a Dublino. In questa pagina vi vogliamo segnalare diversi itinerari per farvi apprezzare al meglio questa bellissima città.

Consigliamo l'inizio del tour da O’Connell Street (all’ingresso del Grasham hotel). O’Connell Street è una via emblematica di Dublino famosa sia per lo shopping che dal punto di vista storico e sociale. Qui ha avuto origine la Rivoluzione di Pasqua del 1916, importantissima nello sviluppo del processo per la libertà in Irlanda.
Da O’Connell Street, ogni 17 di marzo, festa di San Patrizio, ha origine un’imponente parata celebrativa, in onore del Santo patrono. Proseguite oltrepassando l’Ufficio Centrale delle Poste e la statua di Daniel O’Connell, chiamato il Liberator, continuando poi fino al fiume Liffey che divide in due la città.

Continuate poi verso il Trinity College, università rinomata, che racchiude l’antichissimo libro di Kells, un autentico capolavoro del IX secolo realizzato dai monaci irlandesi con pagine in pelle di vitello (c
ontiene la traduzione in lingua latina dei Quattro Vangeli, corredato da note introduttive ed immagini per ogni capitolo).

Da li dirigetevi verso il famoso Ha’ Penny Bridge, il Clarence Hotel, di proprietà degli U2 fino ad arrivare al Temple Bar, il quartiere per eccellenza culturale e turistico di Dublino.Questo quartiere fa parte di uno dei luoghi “Must” da vedere se stai visitando Dublino per la prima volta. Qua potete fare una passeggiata lungo le viette pavimentate da sanpietrino, visitare i numerosi pubs e i negozietti in tema Irish. La piazzetta di Temple Bar è il luogo di raduno di musicisti da strada, chiamati Buskersdove si esisbiscono al pubblico ed accettano volentieri tips (qualche spicciolo per ripagarsi la giornata).

Spingetevi, poi, verso la parte più antica e medievale della città, dove furono ritrovati resti vichinghi e normanni, facendo una sosta al Castello di Dublino, da cui ha origine il nome della città.

La tappa successiva, dopo la visita del castello, sarà alla Cattedrale di San Patrizio, facendo, lungo la strada una sosta alla Cattedrale di Christ Church, di cui segnaliamo la cripta medievale. La cattedrale di San Patrizio (Link al Sito Ufficiale) è molto suggestiva data la sua imponente struttura gotica con l’altezza massima di 43 metri. Costruita accanto a un pozzo dove il santo patrono d'Irlanda battezzava i convertiti, risale al 1220 ed è piena di monumenti, vetrate colorate del XIX secolo.

Durante la visita della città attraverserete i parchi, le piazze georgiane e gli eleganti palazzi di Merrion Square, Fitzwilliam Square e S. Stephen’s Green. Proprio davanti al parco di Stephen’s Green, segnaliamo un piccolo museo, il Little museum of Dublin che si trova in una stupenda casa georgiana. In due magnifiche stanze di questa casa del ’700, con i suoi soffitti altissimi e le gigantesche finestre a ghigliottina affacciate sul parco, è ospitata una collezione di qualche migliaio di oggetti che illustrano frammenti della storia della città nel ventesimo secolo, tutti donati dai cittadini di Dublino. Sono fotografie, lettere, poster, libri, giocattoli, il sedile di un vecchio tram, strumenti, tutti con una storia da raccontare.
Nel piano interrato del Little Museum, consigliamo Hatch & Sons,  un locale molto grazioso per un pranzo veloce irlandese o un afternoon tea.

Se passate per Merrion Square, vi segnaliamo la visita ad una antica casa georgiana (Georgian House Museum)  dove, ammirando  i suoi allestimenti, avrete una panoramica della vita della borghesia irlandese alla fine del settecento. La visita si sviluppa nei quattro piani della casa (incluso il seminterrato utilizzato dalla servitù) dove potrete ammirare il mobilio e gli oggetti dell’epoca. Al termine c'è la possibilità di assistere anche ad un breve filmato (in inglese  con sottotitoli in italiano) o gustarvi un thè nel delizioso coffee shop.

Nella visita di Dublino, non potete non andare a visitare la Guinness Storehouse. Se non piace la birra forse la visita al museo della Guinness potrà sembrare una perdita di tempo, ma in realtà il museo è interessante comunque, anche solo per vedere come è riuscita a crescere negli anni questa azienda irlandese fino a diventare simbolo stesso dell'Irlanda stessa in tutto il mondo. Il museo si sviluppa su più piani con temi differenti. Il biglietto non è molto economico però include un buono per una pinta di birra da gustare nel gravity bar, posto all'ultimo piano che permette di scrutare tutta la città dall'alto sorseggiando la Guinness direttamente dal cuore della fabbrica.

Non molto distante dalla fabbrica della Guinness  consigliamo la visita alla prigione di Kilmainham o Kilmainham Gaol, una delle più grandi prigioni in Europa, famosa per essere stata teatro degli eventi storici in Irlanda dagli anni 1780 fino al 1920. La visita guidata dura circa un ora e verrete guidati nelle celle che hanno fatto storia dell’Irlanda, vedere ancora le incisioni sui muri degli eroi Irlandesi di quel tempo.

Se in serata volete frequentare uno dei tanti pub di Dublino  e siete in cerca dell’esperienza “autentica”, segnaliamo oltre al più famoso Temple Bar, il Palace Bar in Fleet Street che propone musica dal vivo nella sala al piano superiore. Un pub molto noto per la musica tradizionale, in questo caso frequentato sia da turisti che da irlandesi, è il Cobblestone in zona Smithfield, con musica dal vivo pressochè tutte le sere.