Dettagli per Perla d'Oriente in Uzbekistan

IL PROGRAMMA CON VOLO PREVEDE:
- ✈ Volo Uzbekistan Airlines da Milano
- Sistemazione in camera doppia
- Guida parlante italiano.
- Escursione e biglietti d’ingresso ai monumenti storici come da itinerario.
- Pensione completa come da itinerario.
- Assicurazione medica con massimale sino a € 5000 e bagaglio con massimale sino a € 750

Gli alberghi previsti durante il tour:
Khiva: hotel Asia Khiva 4*, o similare
Bukhara: hotel Asia Bukhara 4*, o similare
Samarcanda: hotel Asia Samarkand 4*o similare

Programma di viaggio CON VOLO INCLUSO DA MILANO MALPENSA:

1° GIORNO, MILANO - URGENCH

✈ Partenza da Milano Malpensa con il volo della compagnia aerea  Uzbekistan Airways. Pernottamento a bordo.

2° GIORNO, URGENCH - KHIVA

Arrivo a Urgench. Dopo le operazioni doganali, incontro con la guida per trasferimento a Khiva. All'arrivo sistemazione nelle camere riservate.

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della citta’ di Khiva. Khiva e’ nota come la citta’-museo a cielo aperto. Questa citta’ esiste da  circa 900 anni, ma il suo sviluppo e’ avvenuto solo nel XIX secolo, quando e’ stata l’ultimo centro del commercio degli schiavi. L’escursione comincia con la visita di questo antichissimo insediamento uzbeko, la cui città vecchia, Ichan Kala, circondata da 2 km di mura è oggi patrimonio Unesco. . Il complesso, e’ ben conservato con monumenti del XVII-XIX secolo: si visiteranno la vecchia fortezza o Kunya Ark residenza dei sultani di Khiva, con l’harem e le vecchie prigioni; la Scuola Coranica di Amin Khan, la bellissima Moschea di Juma costruita nel X secolo, con le sue 213 colonne di legno e restaurata nel XVIII secolo. Si prosegue con il Palazzo Tash Hovli, la sfarzosa residenza del Khaan Allakuli, decorata con piastrelle in ceramica, sculture in pietra e in legno. Si conclude con la visita della Madrassa di Kuli Khan, del bazar e del caravanserraglio.

Pranzo in un ristorante

Il pomeriggio prosegue con la visita del mausoleo di Pakhlavan Makhmud, il mausoleo più bello e più sacro di Khiva. Pakhlavan Makhmud (1247-1325), dottore e poeta, oggi è onorato come una persona sacra. Sulla sua tomba venne costruito il mausoleo con la cupola,  in seguito distrutta. Nell 1913 venne costruito un nuovo complesso, che include il sepolcro.

Cena in un ristorante tradizionale. Pernottamento in hotel.

3° GIORNO, KHIVA – BUKHARA (450 km)

Prima colazione in hotel. Giornata di trasferimento per raggiungere in serata Bukhara (450 km). L'itinerario si snoda attraverso il fiume Amu-Darya e il deserto Rosso. L’ Amu-Darya scorre attraverso il Turkmenistan da sud a nord, passando Turkmenabad e segnando il confine tra  Turkmenistan ed Uzbekistan a Khalkabad. Il deserto del Kizilkum (anche Kyzyl Kum e Qyzylqum) è un ampio deserto che si estende tra Kazakistan e Uzbekistan, in Asia Centrale. Il suo nome significa "le sabbie rosse". Il territorio è costituito per la maggior parte da una piana coperta di dune sabbiose. Il principale centro abitato della regione è Bukhara. Importanti per l'economia sono i giacimenti minerari, in particolare oro, uranio, alluminio, rame, argento, petrolio e gas naturale.

Pranzo in un ristorante

Nel tardo pomeriggio arrivo a Bukhara e sistemazione in hotel. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in hotel.

4° GIORNO, BUKHARA

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Bukhara, una delle tappe principali della via della seta, scrigno di tesori dell'architettura islamica e città sacra dell' Asia centrale. È una delle più antiche città più antiche al mondo, testimonianze datano la sua la fondazione a oltre 2.500 anni. Attraversata nel corso dei secoli da arabi e persiani, ha visto nel 1220 il passaggio di Gengis Khan e dopo 150 anni quello di Tamerlano. Oggi Bukhara è uno dei maggiori centri industriali e economici del paese.

Si visiteranno il complesso Lyabi Hauz, piazza seicentesca che costituisce il cuore della città e costruita intorno a una grande piscina artificiale. Il complesso comprende La Madrassa, Il Khonako di Nadir Divan Begi (1620-1622) e La Madrassa Kukeldash (1568-1569),  il più antico e grande complesso di Lyabi Hauz. Oggi a Bukhara si trova una delle più antiche moschea dell’Asia Centrale – La moschea Magoki-Attari (10°- 12°-16° sec.).

Pranzo in ristorante

Nel pomeriggio proseguimento della visita. Il simbolo principale e punto di riferimento della città è il  Minareto Kalyan « il minareto grande », alto 47 m. Vicino al Minareto  visiteremo la Moschea Kalyan, collegata al minareto da un piccolo ponte. Proseguimento nella cittadella dell’Ark (XVIII-XIX secolo), una città regale, centro dell’ organizzazione statale di Bukhara.  Accanto alla vasca di fronte all’ingresso della fortezza dell'Ark sorge la moschea Bolo-khauz (1712), luogo di culto ufficiale dell’ emiro  di una bellezza speciale. Il mausoleo dei Samanidi (X secolo) fu costruito nel periodo di Ismail Samani (892-907) e divenne sepolcro famigliare dei Samanidi.

Cena folkloristica in una madrassa accompagnata da balli e musica popolare. Pernottamento in hotel.

5° GIORNO, BUKHARA – MITAN – SAMARCANDA (290 km)

Prima colazione in hotel. Partenza per il villaggio di Mitan è un piccolo villaggio situato nel vasto e splendido regione di Samarcanda, 60 km a nord-ovest della famosa oasi. Nel pomeriggio arrivo nel villaggio Mitan. Pranzo in un famiglia di villaggio di Mitan. Una passeggiata nel villaggio le visite e gli incontri delle famiglie uzbeke. La possibilita’ di osservare la preparazione dei bitchak una pasta ripiena di verdure e che cucina nel forno di argilla "tandyr".

Il viaggio prosegue per Samarcanda, una delle città più antiche al mondo posizionata in uno snodo cruciale della via della Seta (nel 2001 è stata dichiarata Patrimonio dell' Unesco). L'arrivo sarà previsto nel  tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Tempo a disposizione da dedicare al relax.

Cena in un ristorante. Pernottamento in hotel.

6° GIORNO, SAMARCANDA

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di una delle città più antiche del mondo: fu fondata, secondo le ultime ricerche, 2750 anni fa, ma fiorì tra il XIV e il XV secolo sotto Amir Temur (Tamerlano), un grande condottiero e uomo di Stato che proclamò Samarcanda capitale del suo enorme impero. Città meravigliosa, ricca di monumenti architettonici, mausolei, scuole coraniche, moschee e piazze.

La visita comincia dalla piazza Registan dove si affacciano le Madrasse di Tillya-Kari, di Ulug Beg e di Shir Dor.  Si prosegue con Gur Emir, l'osservatorio astronomico e il mausoleo decorato con piastrelle blu e mosaici che ospita le tombe di Tamerlano e del nipote Ulugbek. Si continua con la moschea Bibi Khanym e con la necropoli Shakhi Zinda. Per finire, una passeggiata nel caratteristico mercato locale della città. Pranzo in un ristorante

Nel pomeriggio visita del complesso di Shakhi Zinda, situato sul pendio della collina dell"antica Samarcanda dominando maestosamente la città medioevale.

Cena in un ristorante. Pernottamento in hotel.

7° GIORNO, SAMARCANDA – TASHKENT (320 km)

Prima colazione in hotel. Ultime visite di Samarcanda: l'Osservatorio di Ulugbek , una fra le grandi scoperte archeologiche del XX secolo costruito tra il 1428 e il 1429; il mausoleo di San Daniar un luogo sacro e suggestivo ed il Museo di Afrosiab che contiene alcuni affreschi sogdiani del VII secolo. Pranzo in un ristorante.

Si prosegue verso  Tashkent che in passato è stata una delle città più grandi dell’Unione Sovietica. Oggi ne conserva oggi il tipico aspetto, essendo stata ricostruita secondo i canoni del razionalismo sovietico dopo i gravi terremoti del 1962 e, soprattutto, del 1966 (che lasciò circa 300 000 senzatetto). Arrivo nel tardo pomeriggio. Dopo la sistemazione in albergo c'è tempo a vostra disposizione.

Cena in un ristorante. Pernottamento in hotel.

8° GIORNO, TASHKENT – MILANO

Prima colazione in hotel. Iniziamo con la visita alla madrassa di Kukeldash una splendida scuola coranica del XVI secolo; nelle vicinanze sorge la piccola moschea Jami, risalente al XV secolo e utilizzata in epoca sovietica come officina per la lavorazione di lamiere. Il bazar Chorsu è un enorme mercato all’aperto.

Pranzo in un ristorante

Visita della complesso Khast Imam, di particolare interesse è la Moschea Tillya Sheykh,  del XVI secolo, in cui si conserva quello che è ritenuto il più antico Corano esistente, segnato col sangue dello stesso Califfo Osman, assassinato nel 655; la madrassa Barak Khan, fondata nel XVI sec. da un discendente di Tamerlano; il mausoleo Kafal Shashi, tomba dell’omonimo poeta e filosofo dell’islam che visse dal 904 al 979.

La visita continua con  la piazza dell’ Indipendenza, dove si svolgano le parate della Festa dell’Indipendenza.

Al termine della visita trasferimento in aeroporto in tempo utile per le pratiche d’imbarco del volo di Uzbekistan Airways. Arrivo in serata a Milano Malpensa.

PARTENZE GARANTITE 2017
dal 31 marzo al 7 aprile
dal 7 aprile al 14 aprile 
dal 28 aprile al 5 maggio
dal 5 maggio al 12 maggio
dal 19 maggio al 26 maggio 
dal 2 giugno al 9 giugno
dal 4 agosto all'11 agosto
dal 18 agosto al 25 agosto
dal 25 agosto al 1 settembre
dal 15 settembre al 22 settembre
dal 22 settembre al 29 settembre
dal 6 ottobre al 13 ottobre
dal 13 ottobre al 20 ottobre

Quota individuale di partecipazione con VOLO da Milano:
soggiorno in camera doppia (volo incluso): Euro 1510

La quota non prevede:
- Tasse aeroportuali Uzbekistan Airlines (circa Euro 100)
- Il costo del visto (Euro 95)
- Tasse fotografiche ai monumenti (Euro 40)
- L’assicurazione di viaggio Top per il rimborso nel caso di annullamento.
- Le mance per la guida e l’autista.

 Nessun aumento rispetto al prezzo pubblicato. Nessuna tassa d'iscrizione.

 Assicurazione Top per rimborso del viaggio in caso di annullamento (facoltativa): Euro 66


Per sapere cosa pensano i nostri clienti, potete leggere il nostro guest book cliccando qui sotto: